Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Anna Marchesini

Che tempo che

A dare l´annuncio della triste notizia il fratello dell´attrice Gianni, con un tweet. Gran parte della sua attività si deve infatti al suo lavoro nel Trio che, nel 1985/1986, approda a 'Domenica In' partecipando a 40 puntate della trasmissione, premiato come 'Rivelazione dell'Anno'.

L'attrice era la componente femminile del famoso Trio "Marchesini-Solenghi-Lopez" che ha fatto divertire milioni di italiani con le parodie e battute esilaranti. Dopo le scuole medie, frequentò il Liceo Classico di Orvieto e a soli 18 anni si iscrisse al corso universitario di Psicologia dell'Università di Roma, conseguendo la laurea a 22 anni nel 1975. Non solo il mondo dello spettacolo e della cultura, ma anche quello della politica.

E' morta a 63 anni Anna Marchesini.

Dotata di una grande bellezza è sempre sembrata rifuggire questa sua qualità in modo da far emergere le sue doti di attrice ed artista. I due avranno una figlia nel 1992, Virginia, e divorzieranno nel 1999. "Ma ora in questo momento di dolore farà di tutto per starle vicino e darle conforto". Un addio quindi ad Anna Marchesini in questo giorno di lutto. "Talento purissimo, ci mancheranno la sua discrezione e il suo coraggio con cui ha combattuto fino all'ultimo giorno. Le saremo grati per le tante risate che ci ha regalato nei suoi anni di straordinaria carriera". Da qui nacquero moltissimi sketch che la resero famosa agli occhi del grande pubblico, soprattutto grazie alla sue interpretazioni parodistiche telegiornalistiche e pubblicitarie.

Il 2012 è l'anno di Di mercoledì, romanzo più tradizionale che racconta la vicenda di Enza, portatrice di un trauma antico che trasformato la sua vita in un unico grande rimpianto, e che ogni mercoledì si reca all'interno 10, al quinto piano di un vecchio palazzo dove l'aspettano due psicoterapeuti da cui è in cura.

E così a cucire le trame dei destini della vita ma anche della morte è un filo invisibile di fulminee irrilevanze, moscerine appunto, in grado di travolgere gli eventi e di precipitare i personaggi da situazioni sentimentali in disgrazie irresistibilmente comiche o così indicibilmente tragiche da sfiorare la farsa.

Fazio pone l'accento sul "rispetto per la parola che aveva Anna nel suo mestiere".

"Era una donna, una mamma e un'attrice eccezionale". Da allora i rapporti non si erano mai normalizzati. Contemporaneamente il Trio torna a teatro, pur non lasciando la televisione. Lo scrive su twitter il direttore di Rai 1, Andrea Fabiani.

Correlati:

Commenti


Altre notizie