Salerno, branco di 50enni violenta un minore e filma lo stupro

2530645-violenza_minori

Gli uomini - quattro in tutto - avrebbero legato e violentato a turno un giovane di 17 anni in un centro massaggi di Cava de'Tirreni (Salerno). Gli incontri avvenivano in un centro massaggi a Cava de' Tirreni, nel Salernitano.

I carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito a Cava de' Tirreni e a Vicenza un'ordinanza di misure cautelari con custodia in carcere, emessa dal tribunale di Salerno, nei confronti di due indagati, ritenuti responsabili di violenza sessuale di gruppo, privazione della libertà personale di un minorenne e produzione pedopornografica. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. Il 17enne veniva legato e costretto a subire atti sessuali, mentre veniva videoripreso in filmati a sfondo pornografico. Ora proseguono per capire se si siano verificati altri episodi simili in quel centro messaggi. Altre due persone rimaste ignote indossavano delle parrucche. Le indagini sono state lunghe e complicate e hanno portato oggi a due arresti.

I fatti sono avvenuti tra l'ottobre 2015 e l'aprile 2016, nel centro massaggi che era gestito da uno degli indagati, e sono emersi solo grazie alle denunce della mamma della giovane vittima.

Durante le indagini i carabinieri hanno effettuato perquisizioni, accertamenti tecnici, raccolto testimonianze e - si apprende da fonti investigative - messo insieme una serie di elementi che hanno consentito di ricostruire la vicenda. Le avances, inizialmente leggere, sarebbero diventate sempre più pesanti fino a sfociare nell'episodio più grave. La violenza sarebbe anche stata ripresa con il cellulare. Gli altri due stupratori invece non sono stati identificati perché avevano il volto coperto dalle maschere.

Correlati:

Commenti


Altre notizie