Francia, Isis diffonde video attentatori Rouen: Al Baghdadi nostro leader

Rouen, chi erano gli attentatori

Proprio come Adel Kermish, il primo killer identificato grazie a un passato pesante.Il ritratto dei due terroristi porta la Francia a riflettere sulle tante mancanze in materia di Sicurezza.

Per settimane Adel Kermiche ha tenuto un diario della sua jihad personale nei file audio che inviava su Telegram.

Nel video, che è stato postato dall'agenzia Amaq, considerata il braccio mediatico dell'Is, i due francesi che ieri hanno sgozzato padre Jacques Hamel nella sua chiesa in Normandia, leggono in arabo, con un forte accento, un testo con cui dichiarano fedeltà "all'emiro dei credenti", Abu Bakr al-Baghdadi. Kermiche compare con una mimetica, alla sua destra, quello che sembra essere Abdelmalik, tiene in mano una fotocopia della bandiera nera dell'Isis. "Taglia due o tre teste e poi è finita".

Fonti locali hanno riferito che quattro giorni prima dell'omicidio del parroco 86enne, l'unità di coordinamento della lotta antiterrorista, l'Uclat, aveva diffuso una nota nella quale affermava di aver ricevuto, da un servizio straniero, un'informazione su un individuo "che sarebbe pronto a partecipare a un attentato sul territorio nazionale", la segnalazione non aveva un nome ma una foto, quella di Abdel Malik Petitjean. Le autorita' lo stavano cercando dopo la sparizione da Aix-les-Bains, nel sud-est della Francia, dove risiedeva.

Un altro quotidiano francese, "Le Figaro", sostiene che, durante la perquisizione nella sua abitazione, effettuata dalla polizia dopo che Kermiche aveva preso gli ostaggi, sia stata trovata una "carta d'identità", che insieme ad altri elementi, ha portato gli inquirenti ad identificare il secondo aggressore. La stessa Procura ha chiarito che il giovane era stato schedato il 29 giugno scorso, per aver tentato di recarsi in Siria attraverso la Turchia. Suo fratello invece sarebbe riuscito ad arrivare in Siria e si troverebbe lì tutt'ora. Secondo il giornale gli erano state prescritte "cure mediche". Uscendo dalla moschea, mi ha detto: 'Sul Corano e sulla Mecca, attaccherò una chiesa'.

Al contrario di Kermiche, non aveva condanne a suo carico. "Faremo il possibile per evitare le minacce che i terroristi continuano a fare, la nostra forza e la nostra coesione ci aiuteranno". "Diceva che in Francia non si poteva osservare tranquillamente la sua religione, parlava con delle espressioni che non gli appartenevano, era come stregato", ha aggiunto.

Correlati:

Commenti


Altre notizie