Yara: ergastolo per Bossetti, il muratore

L'imputato è rimasto impassibile durante tutta la lettura della sentenza. La moglie Marita Comi non ha lasciato dichiarazioni, lasciandosi andare ad un pianto disperato appena fuori dell'aula. La stessa corte ha accolto le richieste dell'accusa di decadenza della potestà genitoriale.

Arriva ad un primo step il processo a Massimo Bossetti, il muratore bergamasco accusato dell'omicidio Yara Gambirasio.

Oggi si è tenuta la quarantacinquesima e ultima udienza del processo di primo grado contro il muratore, l'unico imputato del delitto. "Non è giusto", così ha comentato la sentenza di ergastolo. In merito alle telecamere ha precisato che l'uscita di Yara dalla palestra coincide con il passaggio di Bossetti, in merito alle fibre rinvenute sugli indumenti di Yara ha spiegato che vi è compatibilità.

La Procura: siamo a metà strada. Poi, in lacrime aveva implorato la Corte: "Datemi la possibilità di fare questa verifica, ripetete l'esame sul Dna, perché quel Dna trovato non è il mio". Bossetti, in aula a Bergamo davanti ai giudici ribadisce la sua innocenza: "Sarò uno stupido, sarò un cretino, sarò un ignorantone ma non sono un assassino: questo deve essere chiaro a tutti". Prima di ringraziare i giudici per l'attenzione e la pazienza ha aggiunto: "È impossibile, molto difficile assolvere Massimo Bossetti, ma se mi condannerete sarà il più grave errore del secolo".

Volevo parlare. "Non vedevo il momento di poter parlare - ha detto Bossetti rivolto ai giudici della Corte d'Assise di Bergamo - non vedevo l'ora di potervi guardare negli occhi per spiegarvi che persona sono, che non è quella che è stata descritta da tanti in quest'aula".

Massimo Bossetti rischia una condanna all'ergastolo. È stata una mazzata, avevo fiducia nella giustizia. Nonostante gli investigatori, la pm Letizia Ruggeri, gli avvocati di parte civile, gli abbiano chiesto più volte di confessare, lui ha sempre negato ogni coinvolgimento nella scomparsa e nella morte della ragazzina, sparita da Brembate di Sopra il 16 novembre 2010 e ritrovata morta tre mesi dopo in un campo di Chignolo d'Isola.

Correlati:

Commenti


Altre notizie