Rai 2 censura le scene gay di Le regole del delitto perfetto

Rai 2 censura le scene gay di Le regole del delitto perfetto

Quest'ultimo, tentando di attaccare Rebecca, una dei principali sospettati dell'omicidio, viene accidentalmente ucciso dai Keating Five (in particolare da Wes e inoltre eccetto Asher) che, con l'aiuto della stessa professoressa, provvedono a coprire il delitto (in inglese "how to get away with murder" significa letteralmente "come farla franca da un omicidio").

Eppure, i fan che attendevano con bramosia lo show si sono immediatamente accorti che la versione mandata in onda dall'emittente italiana era monca di alcune sequenze, e più precisamente delle scene di sesso tra due personaggi omosessuali, Connor Walsh (interpretato da Jack Falahee) e Oliver Hampton (Conrad Ricamora). How to Get Away with Murder, attraverso ABC Studios, è stata invece prodotta insieme a Shonda Rhimes.

L'estate è spesso il periodo dell'anno in cui molte delle maggiori serie televisive americane sono in pausa e le varie produzioni iniziano le riprese delle nuove stagioni che verranno trasmesse poi il prossimo autunno. Nulla di così peccaminoso.

Le loro vite, però, si complicano quando devono lavorare sul caso di Lila Stangard (Megan West), studentessa uccisa misteriosamente: tra i sospettati, compare anche Rebecca Sutter (Katie Findlay), vicina di casa di Wes, che crede nell'innocenza della ragazza.

La domanda, a questi punto, sorge spontanea: Perché? Nel corso delle prime puntate, il formidabile gioco di flashback e flashforward tipico della serie mostra l'incontro tra Connor e Oliver, gay nerd e genio dell'informatica, che diventerà presto il suo ragazzo.

Fatti dei genere, purtroppo, non sono una novità, molti ricorderanno che l'8 dicembre 2008, RaiDue decise di mandare in onda il pluripremiato film I segreti di Brokeback Mountain, censurando - con tanto di veementi proteste dei telespettatori - le scene di passione tra i protagonisti.

Gli spettatori hanno subito notato la censura e sui social network, in particolare su Twitter, hanno denunciato l'atto come omofobo, scatenando una vera polemica. "Sono scioccato e deluso".

"Non c'è stata nessuna censura, semplicemente un eccesso di pudore dovuto alla sensibilità individuale di chi si occupa di confezionare l'edizione delle serie per il prime time". Capisco l'irritazione, ma mi preme far notare che dopo anni e anni di serie esclusivamente poliziesche Rai2 ha cominciato a proporre titoli di diverso contenuto, quali Le regole del delitto perfetto e Jane the Virgin, che tratta di maternità surrogata.

Correlati:

Commenti


Altre notizie