Nazionali, il Sudtirol vuole la sua nazionale di calcio

Chiudi

 	Apri

L'Alto Adige potrebbe presto avere la propria nazionale di calcio.

Una notizia che ha dell'incredibile quella che arriva dall'Alto Adige: il consiglio provinciale di Bolzano ha infatti varato il via libera per la nascita della Nazionale di calcio altoatesina, una sorta di selezione totalmente indipendente dall'Italia. Idea partita dal partito secessionista separatista della Suedtiroler Freiheit che ha preso come esempio la Gran Bretagna che nell'ultimo Europeo era presente con tre nazionali. Per la cronaca la mozione è passata con 22 voti a favore e 7 contrari. L'obiettivo sarebbe quello di partecipare in forma autonoma alle qualificazioni europee e mondiali: quale possa essere lo sviluppo futuro di questa vicenda non è dato sapere. Parole queste che ampliano la volontà del Sudtirol di avere una nazionale tutta sua.

Caustico il commento del consigliere provinciale Alessandro Urzì: "Alla vigilia della sempre sentita sfida tra Italia e Germania si tratta di un grande assist per tutti coloro che vorranno usare l'occasione per sputare un po' di veleno sull'Italia". Raphael Zimmerhofer, ha ricordato che "il Comitato olimpico internazionale prevede la rappresentanza di atleti di Stati olimpici indipendenti".

La Provincia Autonoma di Bolzano "prenda contatto con i Paesi che non sono stati sovrani come Gibilterra e le isole Faroer, per capire come siano riusciti a farsi ammettere ad una federazione sportiva internazionale". Nei giorni scorsi la provincia di Bolzano ha ospitato l'Europeada, una competizione calcistica europea che si svolge con cadenza quadriennale, organizzata dalla FUEN (Federal Union of European Nationalities) e riservata a selezioni delle minoranze linguistiche europee.

Correlati:

Commenti


Altre notizie