Bollette di gas e luce in aumento a partire dal primo luglio

Rispetto all’anno scorso c’è comunque un risparmio

Lo comunica l'Autorità per l'Energia. Si tratta del primo aumento "dopo i ribassi nei primi due trimestri dell'anno", proprio per effetto dei quali, nonostante l'adeguamento del terzo trimestre, il risparmio complessivo nei 12 mesi dell'anno rimane di oltre 70 euro.

Tornano a crescere le bollette di luce e gas. I dati sono stati rilasciati dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, annunciando l'aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per famiglie e piccoli consumatori. Nello specifico, per l'elettricità, la spesa per la famiglia-tipo nel periodo 1 ottobre 2015 - 30 settembre 2016 sarà di circa 503 euro, con un calo del -0,6% corrispondente ad un risparmio di circa 3 euro. Nel caso dell'elettricità gli aumenti saranno dovuti soprattutto ai costi di dispacciamento, cioè quelli sostenuti dal gestore della rete per il mantenimento in equilibrio del sistema elettrico. Per quanto riguarda il gas, la spesa familiare media nello stesso periodo sarà invece di 1.068 euro, con una flessione del -5,9% (per un risparmio di 67 euro rispetto all'anno scorrevole). Dal monitoraggio del mercato negli ultimi due mesi sono infatti emerse "una serie di criticità" in alcune zone d'Italia "riconducibili alle strategie anomale" adottate da diversi operatori sul mercato all'ingrosso dell'energia elettrica.

Federconsumatori e Unione Nazionale Consumatori sono indignate ed incredule di fronte all'ennesimo, inaspettato ed ingiustificato aumento delle tariffe elettriche e del gas.

La variazione nel gas, dopo le forti riduzioni dei primi due trimestri dell'anno, "è legata ad una leggera crescita della componente "materia prima", dovuta all'aumento delle quotazioni gas attese nei mercati all " ingrosso nel prossimo trimestre, e ad un limitato adeguamento della componente di distribuzione e misura nella parte a copertura degli interventi per il risparmio energetico e lo sviluppo delle rinnovabili nel settore gas", spiega l'Autorità. "Il Governo - chiede - deve intervenire con urgenza riducendo in tempi rapidi la pressione fiscale sull'energia, che ha toccato il suo apice nell'ultimo anno".

Correlati:

Commenti


Altre notizie