Su Google la loro pizzeria risulta chiusa: chiesto risarcimento milionario

Napoli pizzeria 'chiusa' da Google parte la causa

L'allarme è scattato quando il titolare di Brandi venne contattato da alcuni albergatori e clienti che gli hanno chiesto quale fosse la causa della "improvvisa chiusura definitiva" della pizzeria. Tanto che tutti gli utenti del principale motore di ricerca sul web, cercando l'indirizzo della pizzeria, comprese informazioni, indicazioni stradali, venivano raggiunti dalla falsa notizia della chiusura e ovviamente spargevano tale voce con relativi commenti e considerazioni.

La pizzeria partenopea ha notato un calo inaspettato di visitatori e ha iniziato a fare le indagini del caso scoprendo con sorpresa che su Google la pizzeria risultava addirittura chiusa, un deterrente immediato per tutte le persone che prima di uscire di casa si stavano informando in merito a orari e percorsi per raggiungere il locale.

Una situazione "gravissima, durata almeno dal 25 aprile fino al 5 maggio quando, dopo i numerosi reclami dei gestori, l'errata informazione è stata finalmente cancellata mentre ora resta da spiegare al pubblico la falsa notizia, sfruttata ad arte anche dalla concorrenza".

Angelo Pisani, fondatore di Noi Consumatori, pioniere della lotta a Equitalia, già avvocato di Diego Armando Maradona, ha annunciato una dura battaglia legale all'insegna del "pieno risarcimento per i danni all'immagine causato al marchio Brandi". Pisani, inoltre, chiede al legislatore di pensare a una nuova normativa che tuteli le persone che, per errore o altro, nel veloce mondo di internet, possono incappare in simili vicende.

Leggenda vuole che sia la pizzeria dove Raffaele Esposito, ideale antenato di tutti i pizzaioli napoletani, inventò nel 1889 la pizza Margherita per ossequiare la sovrana d'Italia, regina Margherita di Savoia, in visita a Napoli. "Sì, è la cifra che chiederemo a Google in nome e per conto di uno storico emblema di Napoli qual è l'antica Pizzeria Brandi improvvisamente dato per "morto".

Correlati:

Commenti


Altre notizie