Passerella di Christo: le foto dallo spazio

Passerella di Christo: le foto dallo spazio

Ore di fila e migliaia di persone.

Li abbiamo visti affollatissimi nei giorni scorsi, iThe Floating Piers sul Lago d'Iseo.

Un sogno d'amore regalato alla gente.

Più che la passerella di Christo è la passione di Christo. Nel video - che è stato rilanciato anche dal quotidiano cinese People's Daily - si vedono otto impiegati della Changzhi Zhangze Rural Commercial Bank, uno di fianco all'altro sopra un palco. Tutto questo è, semplicemente, l'antitesi dello spirito del Rinascimento.

I bus per la passerella partono dai parcheggi dove si può lasciare la macchina. L'opera consta di un pontile galleggiante lungo 4,5 chilometri (di cui 3 sull'acqua e 1,5 sulla terraferma) e collega Sulzano con Montisola e l'Isola di San Paolo. Invece non è stato così. Perché da giorni succede agli italiani che vogliano vedere la Passerella di trovarsi davanti ostacoli di ogni tipo. Per quanto le scarpe siano ammesse - non tutte però, dimenticate di solcare la passerella con tacchi vertiginosi - per fruire al meglio dell'esperienza l'artista suggerisce di camminare a piedi nudi. Ma il prefetto spiega anche che "il sindaco di Monte Isola ha esigenze di igiene pubblica, di svuotamento e pulizia dell'isola che diversamente non riescono a essere garantite".

Non collabora propriamente neppure il meteo, che a causa di un'allerta ha costretto gli organizzatori a evacuare il pubblico, con uno stop momentaneo di circa due ore.

Il progetto è nato in realtà negli anni 70, quando Christo e la moglie Jeanne-Claude - già attivamente impegnati nell'"impacchettamento" di monumenti e oggetti - hanno pensato di applicare la tecnica su un paesaggio d'acqua. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. In questo senso, l'Italia è stata unica nel favorire l'arrivo dell'artista e l'organizzazione che l'opera ha richiesto.

Correlati:

Commenti


Altre notizie