Fava: "The Floating Piers" ponte per scoprire il territorio

Fava:

Poco tempo d'attesa per tanti tanti numeri. Effimera e straordinaria, permette di camminare sull'acqua del lago d'Iseo.

Gli ammministraori locali dei due centri lacustri hanno accelerato l'iter per ottenere i permessi, intravvedendo le opportunità occupazionali e turistiche dell'evento, che farà conoscere il lago Sebino in tutto il mondo.

La passeggiata galleggiante, realizzata e creata da Christo, è aperta 24 ore su 24. L'opera "The Floating Piers", lunga tre chilometri e larga 16 metri, è costituita di 220'000 cubi di polietilene ad alta densità, ricoperti da un telo giallo.

Nel comunicato ufficiale diffuso dal Comitato The Floating Piers: "Come risaputo la presenza dei visitatori sulla passerella è influenzata anche dalle condizioni meteorologiche, che se critiche possono portare a limitazioni o riduzioni Uno sgombero effettuato in soli 7 minuti che conferma l'efficacia del piano di sicurezza e come i visitatori possano percorrere la passerella in sicurezza con qualsiasi situazione meteorologica".

Nei giorni in cui si "camminerà" sull'acqua per un letto e una prima colazione si spenderanno, di media, circa 170 euro a testa. "Water Projects", è possibile ora anche acquistare il pacchetto navetta + trasporto pubblico, pensato per chi ha già visitato la mostra ospitata presso il Museo di Santa Giulia e vuole ammirare l'opera di Christo dal vivo ad un prezzo particolarmente vantaggioso.

Più che un'opera d'arte, un evento di costume.

E al Lago di Bolsena cosa potremmo inventarci?

Con la consumata tranquillità di chi è riuscito ad impacchettare 2,5 km di costa australiana, ha regalato leggiadre corolle rosa a 11 isolotti davanti a Miami, e ha avviluppato il Reichstag di Berlino con 100.000 mq di stoffa argentea, Christo confida anche questa volta in un successo: "I pontili sono sicuri, ci potresti andare sopra in automobile e ci si può posare sopra anche un elicottero".

In alternativa? Una mini passerella al Bullicame finanziata con le tasse di soggiorno. Questo è il potere metamorfico dell'arte: trasformare e mostrarci ciò che solitamente guardiamo senza vedere.

Correlati:

Commenti


Altre notizie