San Pietroburgo, al via il Forum Economico

Spief 2016

Lo ha detto l'ambasciatore italiano a Mosca, Cesare Maria Ragaglini, in apertura della conferenza di inaugurazione del padiglione dedicato all'Italia nello spazio del forum di San Pietroburgo. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi arriverà nella serata di domani, giovedì 16 giugno, in Russia a San Pietroburgo, "ospite d'onore", come sottolineato oggi dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, al "Forum economico internazionale" nella Capitale degli zar.

Nello specifico sono cinque i contratti firmati, due i memorandum of understanding (Mou) e due le lettere di intenti.

Per questo, pur tenendo fermi i paletti dell'accordo di Minsk e l'alleanza primaria con l'Ue e con gli Usa, Renzi rivendica di "aver lavorato da sempre nella direzione di ricostruire pazientemente occasioni di confronto con Mosca, alimentando il dialogo e non lo scontro come altri nostri partner europei invece vorrebbero fare".

"Spero e penso che ci sarà un avvicinamento sull'agroalimentare", ha sostenuto il premier italiano nei giorni scorsi e la presenza di numerose aziende del settore, come Barilla, a San Pietroburgo conferma il primato italiano nel settore. Le divergenze ci sono, "ma devono essere superate senza indugi", ha aggiunto Juncker. I due Mou coinvolgono Salini Impregilo-Rosavtodor per l'attuazione di iniziative private per lo sviluppo di infrastrutture stradali e Pizzarotti-North Caucasus Development Corporation, per la realizzazione di un cluster medico. Seguono poi un accordo Tesmec-Rosseti per la fornitura di tecnologie per la gestione di linee elettriche con l'utilizzo di tecnologia italiana; un accordo Cesi-Rosseti per la realizzazione di un centro di eccellenza per lo sviluppo e prova di tecnologie elettriche; un accordo di collaborazione Prysmian-Rosseti ai fini dello sviluppo del mercato della trasmissione energia nel segmento cavi e sistemi e un contratto Zamperla-Regione di Stavropol per la progettazione del Parco divertimenti della zona di Mineralnye Vody. Ma è solo il primo blocco, che comprende tra l'altro lettere di intenti per una Silicon cluster per produrre silicio metallizzato e quella firmata da Codest, Maire Tecnimont e Azot per un complesso dove verranno prodotti fertilizzanti in Siberia occidentale.

Correlati:

Commenti


Altre notizie