Perché tra 5 anni Facebook sarà fatto solo di video

Facebook: in futuro solo video, testo scompare

Le sue parole sono rafforzate dai fatti.

Gli utenti di Facebook spendono in media 100 milioni di ore guardando video dai dispositivi mobili, ha sostenuto Mendelsohn. Nicola Mendelsohn, vice presidente di facebook per Africa, Europa e Medio Oriente, ha sostenuto di fronte al Most Powerful Women International Summit londinese, "Se dovessi fare una scommessa direi: video, video, video". Una realtà che ancora non ha coinvolto tutti i settori, ma che lo farà molto presto. "Il miglior modo per raccontare una storia ai tempi d'oggi è il video, fornisce molte informazioni in pochissimo tempo", ha aggiunto Mendelsohn.

Adesso l'unico grande rivale di Facebook rimane proprio Snapchat, mezzo miliardo di utenti ma utilizzatissimo in tutto il mondo soprattutto per le foto "usa e getta", che si auto cancellano dopo essere state inviate.

Tralasciando le deliranti teorie semantiche del manager in questione, probabilmente felice di trasformare ogni romanzo presente sulla Terra in un audio-libro o in uno sceneggiato a puntate, il possibile disegno della Facebook Inc. potrebbe davvero comprendere l'addio al testo scritto nel corso dei prossimi 5 anni grazie alla messa a punto di sistemi video sempre più sofisticati e dedicati alle esigenze di ogni singolo fruitore. Ad andare per la maggiore sono soprattutto i video "dietro le quinte" di Facebook Live, un fenomeno grande e veloce che nell'area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa, ndr) conta 433 milioni di utenti.

Anche Zuckerberg, alla fine, ha ammesso che la funzione Live è quella che più stimola in lui interesse e quella sulla quale il team degli ingegneri lavora più assiduamente.

Al momento relegato al semplice status di ipotesi, il disegno comporterebbe la maggior permanenza degli utenti sul sito, dato che visualizzare un filmato è spesso un'operazione piuttosto lunga, andando a sacrificare la porzione di utenza ancorata alle vecchie logiche comunicative e quell'ampio numero di utenti tutt'ora convinti che Facebook sia stato ispirato da principi filantropici, finalizzati a favorire scambi di idee e comunicazione intercontinentali.

Correlati:

Commenti


Altre notizie