Luis Salom: nessun guasto, frenata tardiva. Dati telemetria

Il team:

La squadra ha da poco divulgato un comunicato stampa a seguito dell'analisi della telemetria della moto dello sfortunato pilota, uscito di pista alla curva 12 del circuito spagnolo e poi colpito dalla sua stessa moto, rimbalzata contro gli air-fence.

Dopo aver ricevuto ieri dall'organizzazione i dati telemetrici, lo staff tecnico del SAG Racing Team ha immediatamente convocato una riunione per determinare la dinamica dell'incidente ed informare con esattezza quanto tecnicamente accaduto alla fatale curva 12 del tacciato catalano. All'analisi hanno assistito il proprietario del team Edu Perales, il team manager Jordi Rubio, il capomeccanico di Luis Salom, Bernat Bassa, il capomeccanico di Jesko Raffin, Michael Ferger, il pilota di Moto2 Jesko Raffin e il manager di Luis Salom, Marco Rodrigo.

I dati della telemetria forniti dall'organizzazione sono disponibili ai tecnici qualificati che desiderino analizzarli. "Questo, aggiunto alla velocità del suo giro veloce, provoca uno stress alla gomma anteriore e una perdita di aderenza sull'irregolarità dell'asfalto".

"Durante il corso della FP2, Luis Salom ha fatto una prima uscita e realizzato il suo miglior tempo (1'48" 608) prima di fermarsi per il primo pit stop per cambiare la gomma posteriore.

Nella prima parte dell'inchiesta, il giorno successivo l'incidente, si è pensato in qualche modo ad un guasto della moto, perchè si è visto chiaramente nei video mostrati in quei giorni che la moto punta decisa verso le barriere, una manovra certamente non dovuta alla volontà del giovane e compianto pilota spagnolo. È la conclusione a cui sono giunti i periti del SAG team analizzando i dati della telemetria della moto del 24enne, che indicano una frenata ritardata come causa della perdita del controllo della due ruote.

"Nel giro in questione Luis è arrivato a una velocità inferiore rispetto a quello precedente e per questo ha frenato nove metri più tardi per mantenere il corretto ritmo - vi si legge -". Nell'entrata della curva, però, c'è un'irregolarità dell'asfalto che tutti i piloti conoscono (una buca). Non credo proprio che questa sia stata la causa della caduta di Salom, ha commentato Aleix Espargaro, pilota ufficiale Suzuki che abita a pochi minuti dal tracciato, nella cittadina di Granollers.

Correlati:

Commenti


Altre notizie