Ceta e Ttip, la dichiarazione di Laura Boldrini

Ceta Canada Unione europea

"Apprezzo - sottolinea la commissaria - l'interesse dell'Italia per la rapida entrata in vigore dell'accordo, e sosteniamo fortemente il suo punto di vista che questo accordo è una pietra miliare". Secondo quanto previsto dai Trattati Ue, infatti, la politica commerciale è una competenza esclusiva della Commissione. In ogni caso i 28 hanno comunque modo di esprimere la propria posizione nazionale sull'intesa. "I paesi membri presenteranno la loro rispettiva posizione nel Consiglio, sulla base dei requisiti costituzionali o altri", ha aggiunto la signora Malmstrom. "Riteniamo inaccettabile escludere dal processo i parlamentari nazionali, molti dei quali, dopo essere entrati per la prima volta nella sala di lettura del Ttip in Italia, hanno espresso gravi preoccupazioni".

Quello con il Canada, chiuso lo scorso anno,"non e' un accordo controverso come il Ttip". È un accordo commerciale tra Gli Stati Uniti e l'Europa che prevede di integrare i due mercati attraverso l'abbattimento delle barriere economiche (i dazi) e quelle non tariffarie. E' un accordo equilibrato. A protestare sono stati Francia, Germania e Austria, che chiedono alla Commissione Ue di ripensarci.

Tornando all'Italia, a breve il ministro Calenda parteciperà a una audizione parlamentare su questo tema: ci aspettiamo che i Parlamentari italiani sfruttino questa occasione per far valere il proprio ruolo e la delega ricevuta dagli elettori italiani, esigendo di poter esprimersi su Ceta (e Ttip). Cosi' il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. "Ma deve andare avanti - ha concluso Calenda, sempre riferendosi all'accordo -, non possiamo attendere anni".

Pubblichiamo qui di seguito la dichiarazione della Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, in merito al Ceta e al Ttip. "Ricordo inoltre - aggiunge - che dalla recente conferenza dei presidenti dei Parlamenti dell'Unione, tenutasi a Lussemburgo, e' venuta la richiesta unanime che i Parlamenti nazionali siano coinvolti e chiamati a dare il loro consenso: come ho comunicato nella lettera inviata proprio oggi ai capigruppo, ai presidenti di Commissione e al ministro stesso".

Correlati:

Commenti


Altre notizie