Usa 2016, Warren appoggia Clinton: sarà la sua vice?

Hillary Clinton vicina alla nomination per la Casa Bianca

Sebbene Donald Trump non sia riuscito nell'impresa di condividere la stessa fortuna della sua diretta concorrete alla Casa Bianca, Hillary Clinton, che ha incassato l'appoggio dell'attuale Presidente Barack Obama ai danni del malcapitato Bernie Sanders, il magnate americano può glorificare sé stesso con un primato di non poco conto.

Lo fa comparendo in video per chiedere ai suoi sostenitori e all'elettorato democratico di votare per Hillary, la sua ex segretario di Stato, ma anche la sua ex rivale: "So quanto è difficile questo lavoro". Già la prossima settimana in Wisconsin, il primo evento elettorale che vedrà Obama e la candidata fianco a fianco. Di Sanders ha detto che la sua campagna elettorale è stata "incredibile": "una campagna condotta con il cuore, nella quale ha messo sotto i riflettori questioni a me care". Intanto l'altro candidato democratico, il "socialista" Bernie Sanders, nonostante i numeri non siano dalla sua parte, non vuole ritirarsi dalla corsa e assicura che "la lotta continua", magari con il proposito di spostare a sinistra il programma della Clinton. Ma è chiaro anche che non intende allontanarsi silenziosamente. "Voglio congratularmi con Hillary Clinton per aver fatto la storia, diventando la candidata democratica a presidente degli Stati Uniti", dice Obama nel video.

Per ora i toni sono stati estremamente amichevoli, Obama ha accolto Sanders con pacche sulla spalla e grandi sorrisi. E che intende combattere con le unghie e con i denti contro Donald Trump: "E' inconcepibile che nei nostri giorni ci sia un candidato che mette il razzismo e la discriminazione al centro della sua campagna, e farò ogni cosa in mio potere per evitare che venga eletto".

La certezza della candidatura è arrivata lunedì, quando i calcoli dell'agenzia Associated Press hanno svelato come Clinton avesse già superato la soglia di delegati e super delegati necessaria per ottenere la nomination (2.383). "Fare nostro questo messaggio ci aiuterà a vincere a novembre".

Elizabeth Warren, senatrice del Massachusetts assai combattiva nei confronti degli eccessi di Wall Street, ha dato la sua disponibilità a diventare la vice di Hillary Clinton; lo ha dichiarato in un'intervista rilasciata a Msnbc. E' successo anche questo durante l'incontro dell'attore americano con i poveri, organizzato dalla comunita' di Sant'Egidio e Lucky Red per presentare il film in cui Gere e' un homeless americano, 'Gli invisibili' di Oren Moverman, in sala dal 15 giugno, una pellicola di denuncia di una realta' spesso drammatica che la maggioranza della gente preferisce 'non vedere'.

Correlati:

Commenti


Altre notizie