Mediterraneo di morte, nuovo naufragio: recuperati 10 cadaveri

Naufragio nel Canale di Sicilia

Sul posto la nave Vega della Marina militare che ha già salvato circa 130 persone e che sta proseguendo l'intervento.

Quattrocento morti, forse anche di più. Alcuni migranti si sono buttati in acqua per raggiungere la prima imbarcazione; ma solo poche persone sono riuscite ad aggrapparsi alla fune che legava il secondo peschereccio al primo e a mettersi in salvo.

Ad un certo punto della traversata la tragedia: il peschereccio che era trainato ha cominciato a imbarcare acqua e dopo un po' è affondato. "Siamo partiti mercoledì notte da Sabratha, eravamo due pescherecci e un gommone - hanno spiegato -".

Ieri mattina, i poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento riferivano di avere sul loro territorio parte dei migranti soccorsi in alto mare e giunti a Pozzallo (RG), quindi era necessario coordinarsi tra gli uffici investigativi e così è stato. Dal canto suo, il premier italiano Renzi, dal G7 in Giappone, si è detto orgoglioso per quanto l'Italia sta facendo per salvare le vite dei migranti. L'uomo, di origine sudanese, è stato fermato in serata dalle Forze di Polizia a Pozzallo. Quando la cima era al massimo della tensione un migrante l'ha tagliata e come una fionda ha colpito violentemente una giovane donna creandole delle ferite al collo letali, nonostante i tentativi vani dei compagni di viaggio di salvarla. Stasera, infatti, a Pozzallo è arrivata la nave Argo 29 con a bordo i superstiti di un altro naufragio che sarebbe avvenuto giovedì 26 maggio. Trecento morti in stiva, duecento caduti in mare; salvati solo in 90, 79 dei quali condotti a Taranto da una nave spagnola ed ascoltati dalla Squadra Mobile pugliese.

I migranti prevalentemente da paesi del centro Africa, Eritrea e Siria sono stati ospitati presso l'hot spot di Pozzallo per essere visitati, identificati e trasferiti in altri centri. Il 29 sudanese, è stato fermato anche per il reato di morte come conseguenza di un altro delitto per il naufragio nel quale, secondo quanto raccontato dai testimoni, sarebbero morte 400 persone.

Correlati:

Commenti


Altre notizie