Perugia, donna morta in casa Giovane portato in questura

PER INGRANDIRE

E' successo questa mattina in cima alla via Oberdan, al numero 50, nei pressi di piazza Matteotti.

Una giovane, con il volto coperto da una felpa, è stata caricata su un'auto della polizia e portata in questura nell'ambito dell'indagine sulla donna trovata morta oggi in un appartamento del centro di Perugia. Stanno andando avanti da alcune ore le indagini della polizia a Perugia sulla morte della donna, Danielle Claudine Chatelain.

L'ipotesi di omicidio viene tenuta in considerazione, insieme ad una serie di altre possibili cause, prima di tutto - si è appreso - per la presenza sul corpo dell'anziana di ferite non compatibili con quella che, ad un primo esame, si poteva presentare come una caduta accidentale (il cadavere è stato trovato in fondo a una scalinata). Sul posto la polizia, la Scientifica, il medico legale Scalise e il magistrato Giuseppe Petrazzini. La persona portata in questura è straniera e non ha legami di parentela con la vittima. Secondo l'attuale versione fornita dagli investigatori sembrerebbe essere un'amica della figlia dell'anziana deceduta qualche anno fa. Si tratta della badante dell'anziana. I poliziotti avevano in mano un sacco nero con dei reperti dentro.

La vittima, sposata con un italiano, era di origine svizzere ma molto conosciuta nel quartiere. Sul posto anche il capo della squadra mobile Marco Chiacchiera che ha lasciato il palazzo intorno alle 12.45, cinque minuti dopo che una macchina della polizia aveva caricato il giovane sull'auto. Prende sempre più piede la pista dell'omicidio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie