Trattativa contratto metalmeccanici interrotta: annunciato sciopero

Metalmeccanici a un passo da rottura domani round decisivo

Nel dettaglio le prime quattro ore di sciopero saranno fatte a livello locale già nei prossimi giorni, a cui seguirà uno stop di otto ore il 9 e 10 giugno a seconda delle Regioni. I lavoratori metalmeccanici tornano in piazza dopo che questa mattina nell'incontro con Federmeccanica i tre sindacati di categoria si sono sentiti ripetere che gli imprenditori non si muovono di un millimetro rispetto alle proposte iniziali. Una scelta, spiega, "dovuta alla necessità di rispondere in maniera forte alla posizione di Federmeccanica e Assistal che nel corso della trattativa di ieri hanno ribadito la loro indisponibilità a discutere di contrattazione decentrata e aumenti salariali". "Portare il sistema contrattuale ad un solo livello, ed esaltare la politica dei salari individuali, fa parte di relazioni industriali del primo novecento". Dagli industriali non è arrivata nessuna apertura sul salario e i sindacati, al termine dell'incontro di oggi, hanno proclamato una nuova mobilitazione: 12 ore di sciopero da tenersi entro il 10 giugno prossimo.

Si arena il confronto tra Federmeccanica e sindacati sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici.

"L'unica disponibilità, dopo tutto questo tempo, è la semplice riedizione e applicazione dello stesso schema, ovvero un Ccnl a valere per una quota di lavoratori inferiore al 5% della categoria", prosegue la nota. Chiude Rocco Palombella della Uilm: "Non c'è più tempo da perdere, è necessario intensificare la mobilitazione con iniziative nei luoghi di lavoro e sul territorio, per far cambiare idea alle controparti e sostenere finalmente una vera trattativa per realizzare un buon contratto nazionale". "Non è accettabile. Per giunta Federmeccanica usa la contrattazione aziendale per scardinare il contratto nazionale, quando invece bisogna utilizzare entrambi gli strumenti".

Correlati:

Commenti


Altre notizie