Roma 'chiusa per sciopero', dipendenti pubblici in corteo FOTO

FP CGIL Rieti

Il corteo è partito da via San Gregorio, all'altezza del Colosseo, per concludersi in piazza Madonna di Loreto, alla fine dei Fori Imperiali. Lo ha detto il segretario generale della Fp Cgil di Roma e del Lazio Natale Di Cola. Nessuna coda fuori dal Colosseo di turisti infuriati: il ministro della cultura Franceschini ha "promosso" la cultura a servizio essenziale, quindi l'apertura dei monumenti statali dalle 8,30 alle 13,30 sarà garantita.

"Oggi è la giornata dedicata ai pubblici dipendenti che garantiscono servizi di prossimità, sanità, enti locali, funzioni centrali, protezione civile, vigili del fuoco" ha spiegato Roberto Chierchia, segretario generale della della Cisl Fp Lazio, informando che "tutti i servizi pubblici erogati nel Lazio sono a singhiozzo, servizi amministrativi, scuole, sanità, Inps, sono garantiti solo quelli minimi essenziali". Per il sindacalista "sono servizi che servono ai cittadini quotidianamente ma che da 7 anni il Governo non vuole riorganizzare, bloccando un contratto di lavoro che non significa solo un giusto riconoscimento salariale, ma anche assunzioni, digitalizzazione e innovazione, perché abbiamo l'età media dei dipendenti pubblici più alta d'Europa, sopra i 50 anni". "Tutte questioni che il governo centrale e quello regionale, Zingaretti in testa, che non ha risposto al nostro appello e oggi non è qui, non intendono prendere in considerazione".

Lo slogan della sciopero dei dipendenti pubblici è "Contratto subito": la maggiore rivendicazione riguarda infatti il rinnovo immediato del contratto nazionale dei lavoratori dei settori pubblici, attualmente fermo alle condizioni di 7 anni fa, e addirittura di 10 per quelli del mondo del privato.

"C'è stata un'adesione altissima".

"Il primo risultato di questa piazza è stato la convocazione immediata del tavolo sul salario accessorio in Campidoglio". Andiamo a vedere i dettagli nel comunicato del comune di Roma: Confermato mercoledì 25 maggio 2016 lo sciopero per l'intera giornata dei dipendenti di Roma Capitale nell'ambito dell'agitazione dei settori pubblici e privati del Lazio proclamata dalle Confederazioni sindacali CGIL, CISL e UIL (FP CGIL, CISL FP, UIL FPL, UIL PA). Settembre si avvicina e il rischio che bimbi e lavoratori restino a casa è molto forte. Non sono interessate né Atac né Ama: saranno quindi regolari bus e metro e ci sarà la normale raccolta della nettezza urbana.

Correlati:

Commenti


Altre notizie