EgyptAir scomparso. Ritrovati rottami. Si indaga sull'ipotesi terrorismo

EgyptAir scomparso. Ritrovati rottami. Si indaga sull'ipotesi terrorismo

Altri articoli che parlano di... Questa l'ipotesi formulata dagli investigatori francesi che avrebbero confermato la presenza di fumo in diverse parti del velivolo Egyptair, inabissatosi nel mar Egeo, al largo di due isole greche, Kassos e Karpathos. Del fumo era stato registrato a bordo dell'aero EgyptAir prima della sua scomparsa dai radar, come emerge dai messaggi automatici arrivati ai centri di controllo di terra, il cosiddetto sistema Aircraft Communications Adressing and Reporting System che trasmette via radio o satellite brevi messaggi di aggiornamento sullo stato dei sistemi di bordo a terra. Lo scorso mese di novembre un aereo russo decollato dall'Egitto era esploso nei cieli sopra al Sinai: a bordo c'erano 224 persone. Lo riferiscono fonti governative egiziane a CBS News. Le Forze Armate egiziane hanno diffuso le prime foto di rottami e oggetti rinvenuti dopo la tragedia tramite la pagina Facebook ufficiale del loro portavoce.

Il sottosegretario ai Trasporti francese ha riferito che le procedure dell'aeroporto di Roissy prevedono che per gli aeromobili in transito provenienti da Paesi fuori dall'area Schengen (come l'Airbus Egyptair) i controlli a bordo (cabina di pilotaggio, cabina passeggeri, toilette) vengano effettuati non dalle autorità francesi, ma da personale della compagnia aerea. Il presidente del comitato greco di sicurezza aerea Athanassios Binos, ha confermato che i resti trovati nella zona vicina al luogo dove si sarebbe schiantato il velivolo "non provengono dall'aereo". Il volo MS804 si è inabissato nel Mar Mediterraneo nella notte tra mercoledì e giovedì con 66 persone a bordo, tra le quali trenta di nazionalità egiziana e quindici francese, dopo essere improvvisamente scomparso dagli schermi radar. Al momento non viene esclusa la matrice terroristica, anche se in assenza di rivendicazioni appare un'ipotesi poco fondata.

Il Cairo, infine, ha sospeso fino a domani le attività culturali in Egitto, ha annunciato il ministro della Cultura Helmy El-Namnam. Egyptair ha rilanciato l'informazione precisando che il ritrovamento e' avvenuto "nelle prime ore" di oggi "a 295 km dalla costa di Alessandria".

Correlati:

Commenti


Altre notizie