Salini Impregilo, gli analisti tagliano il rating

Salini Impregilo, ricavi a 9 md nel 2019

Crolla in Borsa il titolo di Salini Impregilo, che, all'indomani della presentazione del nuovo piano industriale 2016/2019, cede oltre l'11% a Piazza Affari in mattinata, tornando ai livelli minimi da febbraio, a quota 3,238 euro ad azione. Alcuni broker sono usciti con report negativi.

Il piano 2016-2019, sottolineano gli analisti, è focalizzato su "riduzione del rischio, con un maggior focus su aree geografiche a margini più bassi ma con profili di cash flow più favorevoli e certi (50% della crescita dagli Usa, il cui peso sul fatturato è atteso salire dal 23% del 2015 pro forma al 32% nel 2019); massimizzazione del cash flow grazie a un maggior controllo del circolante e dei capex". Il controvalore della commessa è pari a 2,5 miliardi di euro.

"I target 2016 sono più conservativi sia in termini di ricavi che di margini", scrivono gli analisti, nel caso di Equita le stime sul fatturato scendono del 12% e dell'8% sul fatturato 2016 e 2017; del 25% e del 20% sull'ebit; del 39% e del 27% sull'utile netto. Salini Impregilo ha acquisito contratti per oltre 4 miliardi di euro nei primi quattro mesi del 2016, con progetti da realizzare in Stati Uniti, Australia, Etiopia, Brasile e Turchia.

I nuovi ordini comprendono la nuova commessa da 2,5 miliardi di euro per il nuovo impianto idroelettrico in Etiopia, nuovi ordini per oltre 1,2 miliardi di dollari negli Usa da Lane ed è stato finalizzato il contratto del valore di 633 milioni di euro per la New Rail Line di Perth in Australia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie