Le sculture in bronzo di Mitoraj "invadono" Pompei

Il nostro Paese ha il patrimonio artistico e culturale più grande del mondo. L'iniziativa, portata avanti dal ministro Franceschini, ci illustra il peso non solo sociale ma anche economico che la cultura può assumere per il rilancio dell'Italia.

"Ogni investimento in cultura è ben speso perché è investimento per il paese che crea ricadute di crescita economica". "Sembrava impossibile una stagione di riscatto ma il riscatto di Pompei c'è stato". Gli imponenti e raffinati personaggi scultorei convivono con le più famose architetture dell'antica Pompei: Dedalo e il Tempio di Venere, il Centauro e il Foro, il Centurione e le Terme Stabiane, Ikaro alato e il Foro triangolare. "Adesso mettiti a lavorare sul progetto di Pompei mi disse il maestro una settimana prima di morire, nell'ospedale di Parigi dove era ricoverato" ricorda oggi Luca Pizzi dell'Atelier Mitoraj, che dello scultore è stato collaboratore per vent'anni e che ha curato la direzione artistica dell'allestimento vesuviano.

Nello specifico invece, riguardo l'installazione delle monumentali sculture di Mitoraj, il Presedente ha detto: Una "straordinaria combinazione tra l'antichità e la contemporaneità". Nonostante la visita notevolmente ridotta, il presidente ha comunque partecipato alla presentazione della mostra dell'artista polacco presso l'auditorium. Terminata la visita a Pompei, il presidente Mattarella è andato alla Basilica dedicata alla Beata Vergine del Santo Rosario per una visita privata. Ad oggi, ha spiegato il ministro, ci sono 43 cantieri completati e 27 in corso negli scavi. La mostra di Igor Mitoraj valorizza un "sito straordinario". "L'impegno comune è continuare a difendere e promuovere la bellezza e la suggestione di Pompei, che è rinata e rappresenta un patrimonio unico al mondo capace di coniugare turismo e sviluppo grazie agli investimenti e ai progetti che si stanno realizzando". "La pioggia ha reso suggestiva ancora di più Pompei, che in fondo era una città che viveva normalmente", ha commentato il Capo dello Stato. Siamo quasi alla soglia di 3 milioni di visitatori ed è una storia importante. Il capo dello Stato è stato accompagnato dall'arcivescovo Tommaso Caputo e dal rettore del Santuario, don Mocerino. "Tra cui anche risorse per Pompei".

Correlati:

Commenti


Altre notizie