Champions League: Ronaldo salta la finale?

Champions Festival 2016, gli eventi collaterali alla finale di Milano

Mi piaceva per quello quando giocava, ora è lo stesso come allenatore. "Quel che posso dire è che ho la grande fortuna di poter vivere momenti come questi con i miei giocatori". "Sabato sarò al massimo". Poi è una finale, può capitare di tutto, continuo a pensare che le due squadre hanno il 50% di possibilità di vincere. "Un grande stadio che conosco bene". E considerando che l'avversario della finalissima, l'Atletico di Simeone, fa proprio della solidità difensiva la sua forza, rinunciare al portoghese avrebbe spostato l'ago della bilancia a favore della squadra allenata dall'argentino. Si tratta della quarta volta che il capoluogo della Lombardia ospita una finale di Champions, era già successo infatti nel 1965, 1970 e 2001. Ronaldo si è fatto male alla gamba sinistra scontrandosi con il portiere di riserva Kiko Casilla dopo una spinta di Dani Carvajal. È subito scattato l'allarme. Numeri alla mano, una vera e propria "collina" di Waterloo per i madridisti con svariate aggravanti relative ai suoi protagonisti: Cristiano Ronaldo non ha mai messo a segno un gol sul manto verde dell'impianto milanese. "Peccato che non la possa giocare".

LA RIVINCITA - Due anni dopo Lisbona i protagonisti tornano a incontrarsi. Lo scrive nella sua edizione on line il giornale spagnolo Marca, secondo cui Zizou, subentrato in corso d'opera a Rafa Benitez "si merita un progetto, merita di iniziare una stagione", almeno questa è la convinzione dalle parti del Bernabeu. Cosa è cambiato rispetto ad allora? Ne siamo coscienti, ma giocheremo la nostra partita per non pentirci di nulla al fischio finale.

Certo, sarebbe stata tutta un'altra musica se sul campo di San Siro fosse scesa almeno una squadra italiana. "Siamo pronti per giocarcela". Cosa ci sarà di diverso rispetto alla partita di quel fine febbraio?

Correlati:

Commenti


Altre notizie