Calciopoli, Moggi dovrà risarcire i club danneggiati

La Cassazione dice no Moggi sconfitto

L'ex dg della Juventus Luciano Moggi èstato condannato oggi a mille euro di multa per aver diffamatol'allora tenente colonnello dei carabinieri Attilio Auricchio, uno degli investigatori nella maxi-inchiesta su Calciopoli, inoccasione di una sua partecipazione alla trasmissione "Porta aPorta".

Secondo la sentenza, il 14 maggio 2009 Moggi ha diffamato Auricchio offendendo la "Reputazione e l'onore di Auricchio, indicandolo come 'un ufficiale dei carabinieri che ha mentito sapendo di mentire' facendo riferimento alle indagini su calciopoli". Moggi contestava la condanna al risarcimento nei confronti di varie squadre, della Figc e del ministero delle Finanze, danneggiati dall'alterazione del campionato 2004/'05 per il cosiddetto "sistema Moggi". Qualcuno, tuttavia, si è già attivato per quantificare il danno e monetizzare e tra questi c'è l'ex presidente del Bologna, Giuseppe Gazzoni Frascara.

Doccia gelata per Luciano Moggi. "Questo fa sì che sulla vicenda non si ponga la pietra tombale che sarebbe stata la pietra tombale sulla giustizia".

Nel corso del processo penale non era stata quantificata la stima dei risarcimenti, ma la sentenza della Cassazione sanciva il diritto ai risarcimenti da ottenere attraverso apposite cause civili. Gazzoni Frascara, infatti, ha presentato una richiesta di 113 milioni di euro nei confronti di tutti gli imputati di Calciopoli, mentre l'Atalanta ha quantificato il danno subito in 69 milioni. Tra i soggetti da risarcire anche la Federconsumatori della Campania.

Correlati:

Commenti


Altre notizie