BSI sotto inchiesta penale, ordinato scioglimento

Keystone  Ti Press

Bsi nella bufera per il coinvolgimento nello scandalo del fondo malese 1Malaysia Development Bhd. Inoltre la banca centrale ha inviato alle autorità giudiziarie i nominativi di sei dirigenti senior della baca per verificare eventuali coinvolgimenti in reati penali.

Risultato: nella giornata di oggi il ceo di BSI Bank Stefano Coduri ha rassegnato le dimissioni con effetto immediato. L'autorita' elvetica di vigilanza dei mercati Finma ha annunciato di aver ordinato la dissoluzione di Bsi entro un anno consentendo a determinate condizioni l'acquisto della banca svizzera da parte del gestore di patrimoni con base a Zurigo Efg International. Bsi ha garantito piena collaborazione con le autorità sia della Svizzera sia di Singapore. Ieri il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto un procedimento penale nei confronti di BSI sospettando l'esistenza di carenze nel funzionamento dell'organizzazione interna della banca che non sarebbe stata in grado di impedire il riciclaggio di denaro o la corruzione di pubblici ufficiali stranieri.

"Il comunicato stampa emesso dalla FINMA descrive nel dettaglio gravi comportamenti e non dà adito a fraintendimento alcuno: BSI viola gravemente le disposizioni in materia di riciclaggio di denaro". Oltre ad altri provvedimenti adottati, la FINMA confisca un importo di CHF 95 milioni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie