Il Manchester United vince la FA Cup

As Mou allo United a ore l'annuncio ufficiale

Il Palace non batte lo United dall'11 maggio 1991, un 3-0 firmato da un giovane Ian Wright e da una doppietta di Salako. Prima Hennessey, portiere del Palace, poi Delaney dicono no ai Red Devils.

Ultimo atto della stagione in Inghilterra col classico appuntamento di Wembley con la finalissima di FA Cup.

Con Van Gaal in panchina il Manchester United è tornato a vincere la FA Cup dopo 12 anni, ma la mancata qualificazione in Champions League (per differenza reti peggiore rispetto al City) è una macchia troppo grande da cancellare. Valencia, che ha pian piano soffiato il posto a Darmian in questo finale di stagione, gioca sulla destra. Una vittoria tutto sommato meritata anche se non agevole. Proprio il centrocampista francese un minuto più tardi lascia il campo a Puncheon, mossa azzeccatissima visto che l'esterno offensivo al 78' sblocca il match: sugli sviluppi di un corner, palla in mezzo di Ward, Martial tiene in gioco Puncheon, che da posizione defilata calcia di sinistro e buca De Gea. Il primo tiro della partita è dei Red Devils, con Hennessey che fatica a trattenere, in due tempi, un destro dalla distanza di Rooney. Rooney, infatti, prende per mano i suoi e dopo un'azione personale mette dentro il cross che Fellaini controlla e Mata trasforma in gol dell'1-1.

Il Palace va così a riposo tra le proteste per un arbitraggio in generale altamente scadente - specie nei suoi confronti - e nella ripresa non si discosta comunque da una virgola dal suo piano originale: ovvero difendersi e attendere il momento giunto. Nel primo tempo due le situazioni importanti e tutte a favore del Palace. Nonostante siano rimasti in dieci dal 105' per il doppio giallo a Smalling, gli uomini di Van Gaal trovano il punto della vittoria con la meravigliosa conclusione al volo di Lingard (al 5' del secondo tempo supplementare).

Correlati:

Commenti


Altre notizie