Como-Spezia 4-0, Di Carlo: "Venerdì sarà una finalissima"

Como-Spezia 4-0, Di Carlo:

Nonostante un Simone Andrea Ganz capace di siglare ben quattordici reti, quello lombardo è il peggior reparto avanzato della categoria al pari del Modena, con 35 reti fatte, mentre quelle subite sono ben 63, dati che inoltre controbuiscono ad inquadrare quella lariana come la formazione più in difficoltà sul terreno amico, con appena sedici reti segnate e ventotto incassate.

Raddoppio del Como! Al 30' prendono forma gli spettri peggiori per la squadra di Di Carlo, punizione dubbia per il Como, in ogni caso sullo spiovente di Bessa nuova dormita della difesa, su tutti De Col e Sciaudone, per capitan Giosa è uno scherzo irrompere di testa e far secco Chichizola, questa volta senza colpe. Lo Spezia sciupa una buona occasione per aggiudicarsi matematicamente i playoff, i liguri si giocheranno tutto nell'ultima giornata al Picco contro un Ascoli a caccia di punti salvezza. E' indubbio che non siamo stati autori di una grande prestazione, specialmente sotto l'aspetto dell'intensità, ma abbiamo creato comunque almeno sette occasioni da rete. Al 50′ Chichizola nega a Basha il 4-0 che arriva però otto minuti dopo con Madonna, bravo a rubare palla in area e concludere di piatto sul palo più lontano.

Ganz, nella sua ultima partita al Sinigaglia con la maglia del Como, potrebbe addirittura firmare la tripletta al 74′, ma la conclusione, dopo l'anticipo in area su Terzi, termina sopra la traversa. Già, il Como, ultimo della classe e già retrocesso in Lega Pro, vince a mani basse il posticipo domenicale di Serie B con lo score di 4-0. A disp.: Crispino, Andranacci, Tentardini, Lanini, Mandelli, Cicconi. A disposizione: Sluga, Juande, Martic, Misic, Canadjija, Antezza.

Marcatori: 20′ pt e 33′ pt Ganz, 29′ pt Giosa; 14′ st Madonna. Tiri in porta 10-5.

Correlati:

Commenti


Altre notizie