Gb, fuorionda della Regina: "Cinesi molto maleducati"

Il presidente cinese Xi Jinping durante la visita di Stato in Gran Bretagna l’anno scorso

I funzionari cinesi sono stati "molti scortesi" durante la visita di Stato del presidente Xi Jimping a Londra l'anno scorso. Lunedì, commentando l'elezione a sindaco di Londra di Sadiq Khan, che è musulmano, ha detto che per lui si potrebbe fare un'eccezione.

La regina forse non si è accorta di avere una telecamera puntata su di lei a pochi passi, e si è lasciata sfuggire ieri questo commento poco diplomatico, che oggi campeggia sulle prime pagine virtuali di tutti i media del Regno. La regina stava parlando con il comandante di polizia, Lucy D'Orsi, incaricata della sicurezza durante la visita di Xi.

La gaffe diplomatica di Elisabetta fa il paio con i commenti certamente poco "british" del primo ministro David Cameron che, durante il "garden party" di ieri, è stato ripreso dalle telecamere mentre definiva Nigeria e Afghanistan come due Paesi "fantasticamente corrotti".

Elisabetta si e' lamentata dell'atteggiamento "estremamente sgarbato" di alcuni membri della delegazione cinese nei confronti dell'ambasciatore britannico in Cina, Barbara Woodward. Nella conversazione è intervenuto poi un funzionario britannico, che ha raccontato a Elisabetta II le molte difficoltà avute con la delegazione cinese. La regina, malgrado il suo ruolo di rappresentanza (che rispetta di più dell'invadente figlio ed erede al trono presunto, Carlo), è tenuta costantemente informata dal governo su ogni aspetto delle principali vicende quando ogni giovedi' incontra il premier di turno. Da Buckingham Palace invece un portavoce ha fatto sapere che "la visita di Stato cinese è stata un successo e senza intoppi".

Correlati:

Commenti