National Enquirer: Prince malato di Aids, rifiutava le cure

Prince come Jacko? Trovati oppiacei su di lui e in casa

"I dottori gli avevano detto che il suo emocromo era insolitamente basso e che la sua temperatura corporea era scesa pericolosamente - ha dichiarato la fonte, aggiungendo che Prince pesava poco più di 36kg al momento della morte - Era totalmente carente di ferro ed era spesso debolissimo e disorientato". L'autore di Purple Rain era testimone di Geova.

Eppure, secondo il National Enquirer il cantante, trovato morto all'interno dell'ascensore della sua residenza di Pasley Park, aveva i giorni (o per lo meno i mesi) contati. Le sue condizioni, negli ultimi tempi, erano peggiorate drasticamente. "Mangiava di rado e quando lo faceva non riusciva a trattenere il cibo". L'artista aveva deciso di curarsi affidandosi alla preghiera e sembrerebbe che agli amici dicesse 'Dio può curarmi e mi guarirà'. "Il suo viso era giallastro, le punte delle dita bluastre". Nel frattempo è stato confermato che l'atterraggio d'emergenza del jet privato del cantante il 15 aprile scorso per un ricovero d " urgenza non fu dovuto ad una "brutta influenza", come aveva affermato il manager, ma da un'overdose di oppiacei, nella fattispecie il Percocet, usato per un dolore all'anca. La notizia della malattia arriva dopo che il quotidiano britannico Daily Mirror ha raccontato di come Prince fosse stato costretto a tornare sulle scene per rimpinguare le sue finanze.

LE PRIME INDISCREZIONI - Qualche giorno prima della sua morte, due siti web americani avevano anticipato la notizia su una "celebrità afro-americana malata di Aids" non specificando però il nome. "Riteniamo che stia sempre peggio e che potrebbe venire a mancare entro l'estate".

Correlati:

Commenti


Altre notizie