Genova, lite al bar e spari: Adriano e Walter Lamberti morti

Sparatoria stasera sul lungomare di Pegli all'esterno del bar tabaccheria Risvegli ci sarebbe un morto e un ferito grave

Sono due le vittime, padre e figlio, di una sparatoria avvenuta per futili motivi davanti ad un locale a Genova Pegli. Il motivo sarebbe legato ad un commento espresso su una ragazza.

L'uomo ha poi rivolto la pistola sul più giovane e lo ha colpito con un colpo all'addome. La polizia, anche in base alle testimonianze raccolte sul posto, si è messa alla ricerca dell'assassino e poco prima di mezzanotte ha eseguito un fermo.

Adriano Lamberti è un genovese di origine sinti. Da una prima ricostruzione l'uomo sarebbe stato ucciso a colpi di pistola mentre cercava di difendere il figlio durante un lite.

Dinamica - Padre e figlio sono nel locale quando il 27enne fa un apprezzamento su una ragazza. Subito dopo, Maio è tornato al bar usando l'auto della moglie poi, dopo aver sparato, è scappato a piedi rifugiandosi nella casa di un parente dove è stato trovato dalla polizia. La polizia è sul posto con un'ambulanza. Il figlio, raggiunto da diversi colpi all'addome, è stato invece soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in condizioni disperate all'ospedale Villa Scassi dove il suo cuore ha cessato di battere circa un'ora dopo la sparatoria. Il duplice omicidio è avvenuto la scorsa notte a Genova-Pegli, all'uscita di un locale notturno. La lite è poi degenerata e l'aggressore ha estratto una pistola e fatto fuoco prima di scappare a piedi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie