Regeni, Schulz: verità per Giulio, Egitto non trasparente

La laurea a Martin Schulz

La reazione europea al terrorismo "non puo' e non deve essere una fotocopia" di quella americana dopo l'11 settembre, Usa che dettero "priorita' alla sicurezza rispetto alle liberta' individuali".

Schulz ha ricordato l'importanza del 25 aprile, data della liberazione dal nazifascismo: "Sento forte attaccamento a questo anniversario - dice Schulz -".

"E'un Europa molto ormai legata ai governi, molto legata ai capi di stato, che fanno riunioni, come molte volte denuncia anche Renzi, e che magari spesso sono inconcludenti". Oggi viviamo un luogo di democrazia inclusione e dialogo che affonda in quella radici. E'un leader europeo forte, ha un po' un carattere che io avevo quando ero più giovane.

Il Parlamento europeo si è unito all'Italia, con una dichiarazione del presidente Martin Schulz, nelle critiche alle autorità egiziane per la loro mancata trasparenza per quanto riguarda la morte del ricercatore italiano Giulio Regeni al Cairo. "Vorrei inoltre chiaramente dire: Giulio Regeni - ha proseguito - era un cittadino italiano ma anche un cittadino europeo".

"La nostra- spiega- deve essere una reazione europea, basata sui nostri valori, i nostri obiettivi, la nostra storia. Il Parlamento europeo ha resistito alle enormi pressioni di coloro che, in nome della sicurezza, volevano mettere da parte le preoccupazioni riguardanti la protezione dei dati".

La cerimonia di conferimento della laurea si è svolta nell'aula magna dell'università.

Parlamento Ue: Schulz, "dialogo interreligioso contro la..."

Correlati:

Commenti


Altre notizie