Jeeg Robot pigliatutto. ai David di Donatello

Ascolti tv di lunedì 18 aprile 2016 in mattinata su Rai1 e in serata su Tv8 e sui canali Sky per la cerimonia di consegna dei premi agli attori del cinema italiano.

Tra i candidati ai premi più attesi, annunciati lo scorso 22 marzo, troviamo come film che hanno ricevuto il più alto numero di nomination Non Essere Cattivo di Claudio Caligari e Lo Chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti.

Il migliore autore della fotografia è Peter Suschitzky per Il racconto dei racconti - Tale of Tales.

Angelo Bonanni per 'Non essere cattivo' ha vinto il David di Donatello come Miglior fonico di presa diretta.

Ma la 60esima edizione ha visto il grande successo di Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. Claudio Santamaria è il miglior attore protagonista e ha raccontato a InRoma la sua esperienza: "è stato un grandissimo divertimento, ma anche faticoso".

Miglior film straniero è stato giudicato 'Il ponte delle spie' di Steven Spielberg.

Sarà forse il monito lanciato a un Paese in ginocchio per sanare le proprie ferite attraverso quell'arte che vive con un occhio rivolto verso il mondo uno verso se stessa? Miglior montatore, Andrea Maguolo con la collaborazione di Federico Conforti sempre per il fortunatissimo Lo chiamavano Jeeg Robot. Il regista Paolo Genovese: "Dedico il premio alla mia compagna Federica", ha detto Genovese.

Molti premi tecnici e miglior regia a Garrone con "il Racconto dei Racconti", adattamento della raccolta di fiabe seicentesche di Giambattista Basile, capace di portare in Italia il genere fantastico e sfruttare la maestosità di costumi e scenografie.

Il David di Donatello è andato al film Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese. "Sono stato fortunato che nella cinquina dei registi non ci fosse 'Jeeg Robot' - la battuta scherzosa di Matteo Garrone nel discorso di ringraziamento -". Il film con Kasia Smutniak, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Anna Foglietta, Giuseppe Battiston, Edoardo Leo e Alba Rohrwacher conquista anche il riconoscimento come miglior sceneggiatura raccontando la storia di una cena tra amici che per scherzo decidono di mettere in piazza tutti i messaggi del cellulare.

Correlati:

Commenti


Altre notizie