Carne con solfiti a Catania. Intervengono i Nas

CARABINIERI_NAS-2

Muso duro contro i produttori di carne.

Sofisticazioni alimentari con l'utilizzo di solfiti nelle carni fresche sono stati scoperti dei carabinieri del nucleo antisofisticazioni (Nas) durante controlli effettuati nel settore della sicurezza alimentare.

È avvenuto a Catania, dove sono state controllate in totale 38 aziende, 24 delle quali sono state denunciate perché producevano preparati di carne impiegando nella lavorazione additivi chimici non consentiti. Il monitoraggio è avvenuto su 37 campioni tra hamburger, salsicce e involtini che hanno permesso di accertare la presenza non regolamentare di solfiti.

I controlli hanno riguardato macellerie, supermercati, rivenditori di additivi chimici e alimentari di tutta la provincia. Nel dettaglio, sono state sospese - le attività di tre 3 rivendite di additivi alimentari in quanto prive della specifica registrazione (ai sensi del Reg. CE 852/2004), di due esercizi commerciali a causa delle precarie condizioni igienico - sanitarie riscontrate e 1 stabilimento dedito, tra l'altro, alla raccolta di sottoprodotti di origine animale a causa di accertate irregolarità gestionali e di autocontrollo. Questo metodo artificioso però - avvertono i Nas - non blocca lo sviluppo batterico e i processi di deterioramento organolettico della carne. Sono state elevate violazioni amministrative per un ammontare complessivo di 14 mila euro. Il consumo di preparati con solfiti può essere molto rischioso per la salute - aggiungono i militari - può provocare allergie, eczemi, orticaria, dissenteria, asma, difficoltà respiratoria e può svolgere azioni irritanti all'apparato digerente. La Procura di Catania, carabinieri del Nas ed il Dipartimento di prevenzione veterinaria dell´Asp etnea annunciano che continueranno a porre la massima attenzione sul fenomeno.

Correlati:

Commenti


Altre notizie