Sigarette / Da Domani 2 Febbraio 2016 la stretta sul fumo

Nuove regole per i fumatori dal 2 febbraio 2106

Ecco alcune tra le novità introdotte con il decreto di recepimento della direttiva Ue sul tabacco e che entreranno progressivamente in vigore a partire da oggi, 2 febbraio, dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale il 18 gennaio scorso.

Il 2016 quindi si apre con la lotta al tabagismo, che rappresenta un ulteriore passo nella direzione di una sempre più efficace protezione dei cittadini dai gravissimi danni alla salute causati dal consumo di prodotti del tabacco e dall'esposizione al fumo passivo.

Tra le misure, varate con l'obiettivo di determinare una stretta sul fumo e, soprattutto, di dissuadere i giovani da tale abitudine a rischio, vi è quella che prevede l'introduzione di immagini shock: sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua recheranno le nuove "avvertenze combinate" relative alla salute composte da testo, fotografie ed immagini forti e informazioni per dissuadere i consumatori.

Entrano in vigore oggi le nuove norme in materia di divieto al fumo. Chi poi sarà sorpreso a gettare mozziconi a terra o nei tombini, potrà subire sino a 300 euro di multa.

Sigarette / Da Domani 2 Febbraio 2016 la stretta sul fumo

Il decreto legislativo tabacchi che recepisce la direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo che introduce norme più severe antifumatori, dal 20 maggio sarà pienamente operativo, in modo da consentire ai produttori di sigarette di adeguarsi alle nuove disposizioni.

Il veto riguarderà le "pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS (Istituti di ricovero, ndr) pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS". Vietato inoltre in macchina, sia per il conducente che per i passeggeri, se a bordo ci sono minori o donne in gravidanza.

Non si gettano i mozziconi a terra Dal 2 febbraio sarà vietato buttare per terra i mozziconi (ma anche scontrini e gomme da masticare). Rienzi ha voluto sottolineare come senza controlli mirati sul territorio, specie sulla vendita di tabacco ai minori e sul rispetto dei divieti nei luoghi pubblici, qualsiasi norma diventa inutile, citando la legge Sirchia che ha introdotto il divieto di fumare nei locali pubblici, che col passare del tempo non è più stata rispettata. Ma decisamente peggio andrà a coloro che venderanno sigarette ai minori: se sorpresi rischieranno una multa da 500 a 3000 euro e la sospensione della licenza.

- Abolizione dei pacchetti da 10 sigarette e delle confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco. Al secondo verrà revocata la licenza e sarà comminata una multa da 8mila euro.

Correlati:

Commenti