Allegri: "Non possiamo perdere punti. Sarri? Pensi al Napoli"

Serie A Juventus-Genoa probabili formazioni

Gli azzurri siano contenti di quanto stanno facendo senza andare a guardare in casa altrui, non ha senso farlo.

Genoa squadra strana: cosa teme?

L'allenatore si sofferma sulla sfida col grifone: "Hanno buone individualità, Pavoletti sta facendo cose straordinarie". Poi giocare con le squadre di Gasperini è sempre molto complicato. "Dobbiamo vincere per non perdere terreno dal Napoli". "E abbiamo, tutti noi, ancora un largo margine di miglioramento". "Bisogna fare un tot di vittorie e pensare partita per partita, e domani è una partita importante dove bisogna portare a casa i tre punti".

Il Napoli tiene il ritmo della Juve, cosa ne pensa? "Serve intensità e tecnica". In avanti farò ruotare Dybala, Morata e Zaza. Domani Simone potrà essere della partita. Si gioca domani ma l'allenatore della Juve ha parecchi sassolini da togliersi dalla scarpa. "Hernanes è comunque una valida alternativa".

Raggiungere il Napoli prima dello scontro diretto è possibile? "Non Marchisio, perché poi ci metterebbe due partite a riprendere la condizione". "Le ultime sei partite diventeranno fondamentali per la lotta scudetto". Sarri parla di fatturato? stanno facendo cose spettacolari. Che, pur con garbo, manda un messaggio al Napoli di Sarri.

Si avvicina la grande sfida di Champions League: "Il Bayern ha una rosa straordinaria, sarà un ottavo bellissimo".

Pereyra? "Sta bene, vedrò se mandarlo in campo in un'amichevole prima per testarlo. Ha preso giovani di qualità". Allegri ha smorzato il confronto con Conte: "E' un paragone improponibile, ha fatto 3 anni straordinari, dopo che la Juve veniva dopo 2 settimi posti". Tanti meriti sono suoi oltre che dei giocatori e della società. "Ce ne sono diversi, ma non faccio nomi anche perché non li ho mai allenati".

Ha detto che può ancora migliorare questa squadra. "Sono impressionato dalla crescita mentale di alcuni giocatori". "Abbiamo molti impegni importanti e non parlo solo dell'Europa". "Sono tutti pronti e possono tutti subentrare e questo è un vantaggio". "I ragazzi stanno facendo bene, però sto lavorando per farli crescere ancora". L'anno scorso la squadra è arrivata al fondo perché avevamo una buona condizione fisica. Noi dobbiamo lavorare per arrivarci al massimo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie