"Le mie ceneri a Bali", ecco le ultime volontà di David Bowie

Le ceneri di David Bowie sparse a Bali alla moglie e ai figli un'eredità da 100 milioni

Le ceneri sparse a Bali, secondo un rito buddhista.

La star del rock David Bowie, stando al testamento, voleva che le sue ceneri fossero sparse nell'isola di Bali. La conferma in merito all'avvenuta cremazione del corpo di Bowie è arrivata dalla lettura del certificato di morte, nel quale si legge che il compianto artista è stato cremato a New Jersey lo scorso 12 gennaio. A rivelarlo, a poco meno di un mese dalla scomparsa della rockstar inglese, è il tabloid New York Post, che sostiene di essere riuscito a dare una sbirciata al testamento dell'artista. Bowie, inoltre, è arrivato ad un passo da eguagliare il record di Michael Jackson per quanto riguarda il numero di dischi presenti in top 10: la voce di "Starman" ne ha attualmente cinque, mentre Michael Jackson nel 2009 ne piazzò sei. La prima richiesta è che i suoi resti siano portati a Bali e lì cremati, nell'impossibilità di farlo che le sue ceneri siano disperse sull'isola. Dopo la morte del Duca Bianco, il Jakarta Post ha pubblicato diverse immagini ritraenti Bowie con vestiti tipici dell'Indonesia.

Il testamento, di 20 pagine, contiene anche disposizioni economiche.

A Iman, modella somala sposata a Firenze negli anni Novanta, va circa la metà del patrimonio compresa la casa di Soho, a New York.

Nel testamento, depositato in un tribunale di Manhattan venerdì sotto il nome legale di Bowie, David Robert Jones, è previsto anche che l'assistente personale della star, Corinne Schwab, riceva 2 milioni di dollari e che un altro milione venga corrisposto ad un ex bambinaia, Marion Skene.

Il patrimonio - 92 milioni di euro - diviso tra la moglie Imam e i figli Duncan e Alexandria Zahra.

Correlati:

Commenti


Altre notizie