Bruce Springsteen, il concerto al Circo Massimo di Roma si farà

Il suo management è infatti riuscito a convincere Susan G. Komen, organizzatrice di "Race for the cure", a spostare l'evento benefico programmato per quel giorno nell'arena capitolina. Ma appena tornato, dopo una breve pausa, avrebbe espresso il desiderio di ripartire con le date europee proprio da Roma, il 14 maggio. Anche dal Campidoglio confermano la richiesta di prenotazione per il sito dal 9 maggio sino al 19: cinque giorni per il montaggio del palco e la preparazione della logistica, altrettanti per l'operazione contraria.

Manca poco per saperne di più: non mancheremo di darne notizia. L'ultima esibizione rock al Circo Massimo è stata quella dei Rolling Stones, nel giugno del 2014, cui seguirono non poche polemiche per il prezzo irrisorio (8000 euro) chiesto per l'affitto di del suolo pubblico romano, prezzo aggiornato, con le successive delibere, all'attuale tariffa di 200 mila euro. Traduzione: il Circo Massimo è praticamente certo, ora vedremo quali saranno le altre date e dove. Gli irriducibili sognano anche San Siro: lo stadio milanese è da sempre la casa privilegiata dei live italiani di Springsteen, a partire da quello indimenticabile del 1985.

Se tutto andrà come previsto, il Boss potrà inaugurare il suo "World Tour 2016" con la prima tappa a Roma, un onore ed un riconoscimento culturale davvero importante per la città capitolina.

Correlati:

Commenti


Altre notizie