Atr (Finmeccanica), nel 2015 ricavi e consegne in forte crescita

Il produttore di velivoli a turboelica Atr, una joint venture fra Airbus e Finmeccanica, ha annunciato oggi che punta a oltre 90 consegne e circa 100 ordini per l'anno in corso.

Gli aerei Atr a elica leggera, che possono trasportare dai 50 ai 90 passeggeri, consumano molto meno carburante rispetto ai jet tradizionali, dunque le vendite tendono a essere più alte quando aumentano i prezzi del carburante, ma diminuiscono con la discesa, perché vien meno il principale vantaggio rispetto ai concorrenti.

I ricavi sono aumentati dagli 1,8 miliardi di dollari del 2014 a 2 miliardi e le consegne sono cresciute del 72% a 88 velivoli. Non si tratta tuttavia di ordini certi e sicuri: questi - con contratto già chiuso e sottoscritto - calano da 160 a 76, anche se le oltre 80 opzioni assicurano un buon margine. ATR comincia il 2016 con un portafoglio ordini di 260 aeroplani del valore di circa 6,6 miliardi di dollari. "Nonostante il difficile clima economico in regioni storicamente importanti per noi, abbiamo consolidato il nostro successo commerciale".

L'ad ha anche escluso un piano per un nuovo Atr a 90 posti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie