Cassano: "Faremo una grande partita, ne sono certo"

Antonio Cassano

"E normale che mi e venuto in mente, dico o vado a giocare negli Emirati Arabi, o in America, oppure smetto di giocare a calcio, perche non ne posso piu' - confessa - Perche poi sono andato da altre persone a chiedere: 'Devo smettere?" "È semplice, molto semplice: che Higuain abbia un po' di febbre e Insigne rimanga a casa. Così forse potremmo avere buone chances di fermare gli azzurri". Ne ha parlato anche Antonio Cassano. Ecco quanto comunicato da Antonio Cassano, il fantasista blucerchiato ha iniziato a parlare dell'anno ormai passato: "Avevo tanti demoni, ma quando diventi un padre di famiglia ti cambia la vita, cambia tutto in positivo. Non bisogna farne una tragedia, si va avanti, e poi sono cose che devono rimanere tra lui e Mancini, Roberto ha sbagliato a divulgarlo, dovevano risolversela loro due". "Dovremo riuscire a correre più degli avversari e sperare di portare a casa un buon risultato", ha detto Cassano.

"Dopo essere stato fermo per alcuni mesi, dopo la fine dell'avventura con il Parma, ho preso 10kg: ho vissuto l'inferno". Ero nervoso e l'alimentazione non riuscivo a tenerla a freno. Allora ho fatto dei sacrifici, come non avevo mai fatto nella mia vita. Sono un Cassano diverso, con più umiltà e sacrificio, parole che non avevo mai conosciuto nella mia carriera. Ma adesso un sogbno: andare agli europei: "Quello che dice Conte è che chi sta bene può avere una piccola chance, una piccolissima chance. Comunque non abbiamo avuto tante discussioni con Zenga, lui mi vedeva in un modo e io in un altro". "Sarei felice di fare anche il ventitreesimo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie