Nuovo progetto per aiutare a scuola i bambini con diabete

Nuovo progetto per aiutare a scuola i bambini con diabete

Come ci si dovrebbe comportare quando i bambini con diabete vanno a scuola?

Il progetto prende le mosse da un documento di indirizzo del 2013, redatto dal Coordinamento delle Associazioni assieme ai Ministeri della Salute e dell'Istruzione; già in quelle pagine, infatti, si davano le principali indicazioni su chi deve fare cosa, a scuola, sia nella gestione ordinaria dei pazienti sia nelle situazioni di emergenza. In questo senso per supportare a livello psicologico adolescenti e bambini che soffrono di questa patologia nell'ultimo convegno tra Associazioni italiane di aiuto a bambini e giovani affetti dalla patologia (AGDI) e all'Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO), Il SIEDP Società Italiana di Endocrinologiae Diabetologia Pediatrica ha presentato un progetto volto a favorire l'inserimento scolastico dei bambini e degli adolescenti che per l'appunto sono affetti da questa patologia. Da queste basi si andrà quindi a sviluppare un progetto ben definito, per ottenere infine un piano condiviso di accoglienza per garantire la salute di bambini e adolescenti mentre si trovano a scuola. Il bambino diabetico e la famiglia affrontano disagi psicologici, come sentimenti di diversità e condizioni di esclusione, ma anche pratici, come la gestione complessa della somministrazione di farmaci vitali e l'esecuzione dell'autocontrollo glicemico durante l'orario scolastico. "Una scuola preparata ad affrontare queste situazioni permette al bambino una più serena gestione della malattia", spiega della SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica).

Correlati:

Commenti


Altre notizie