Siracusa festeggia Santa Lucia

Notte di Santa Lucia|in via Tasso/2

Tutto si ripropone, tutto torna come ogni anno, torna ancora una volta la trepidazione nell'accogliere Lucia, sorella nella fede dei siracusani. In serata il simulacro giungerà nella basilica di Santa Lucia alla Borgata, dove resterà per una settimana.

Qui vi sarà una breve sosta durante la quale le Forze armate renderanno gli onori militari, dunque imboccando viale Regina Margherita, inizierà il percorso verso l'omonima Basilica percorrendo in serie via Arsenale, via Piave, via Ragusa e piazza Santa Lucia. Naturalmente si tratta anche di leggenda, dato che il culto di S.Lucia si presenta in maniera assai diversa nel mondo, ma ciò che accomuna tutti e la grande devozione che molti hanno conservato nel tempo nei riguardi della Santa. Si narra che nel XVII secolo la Sicilia fosse afflitta da una lunga e sofferente carestia, il popolo pregò Santa Lucia di far cessare questa piaga e proprio il 13 dicembre nel giorno in cui si festeggia il martirio della santa, una nave carica di frumento sbagliò rotta e approdo nel porto di Siracusa. Il simulacro dall'altare maggiore è stato, ora, traslato in piazza in mezzo a questa folla esultante. Alle 10 in cattedrale l'arcivescovo, dopo aver compiuto il rito dell'apertura della Porta santa, ha recitato il pontificale: "Da quella porta - ha detto riferito all'imminente processione - passeremo tra poco da pellegrini insieme alla nostra amata concittadina Santa Lucia". Questa sera giungeremo al Sepolcro che rievoca il suo martirio e ci conduce alle radici della sua bella testimonianza di fede. La squadra maschile di Pallanuoto dell'Ortigia porterà in spalla la statua, alle 15.00 di oggi, dal Duomo fino all'ingresso della Chiesta Santa Lucia alla Badia. Ci chiede di affidarci a Lui, ci invita a testimoniare le opere del Vangelo con opere di misericordia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie