rapa rossa

La rapa rossa fa bene? La risposta dei nutrizionisti

La rapa rossa piace tanto agli chef e, negli ultimi tempo, proprio per via delle sue straordinarie proprietà ha iniziato a conquistare anche salutisti, chef amatoriali e amanti dei fornelli.

A scanso di equivoci diciamo subito che questo tubero color rubino ha, in effetti, tanti altri nomi.

A seconda delle regioni d’Italia viene chiamato barbabietola, carota rossa e persino barba rossa ma è, in effetti, lo stesso prodotto.

Serve per dare un tocco di colore e di sapore alle pietanze più particolari ed è un autentico toccasana.

Le proprietà della rapa rossa (barbabietola)

La rapa rossa ha pochissime calorie per cento grammi ma è oltremodo ricca di vitamine.

Essa contiene tutto il gruppo b e anche considerevoli quantità di vitamina C.

Contiene tanta acqua, potassio, minerali, calcio e sodio.

Ecco perché ha incredibili proprietà depurative e rinfrescanti ed ecco il motivo per cui molti la inseriscono negli estratti.

Contrariamente a quanto dice il detto “dalla rapa non si cava sangue” in effetti questo tubero è l’ingrediente principe di molte centrifughe e bevande detox.

Preparati saporiti e sgrassanti con poche calorie e tanto sapore.

Ricapitolando, la rapa è:

  • purificante
  • utile contro l’ipertensione
  • depurativa
  • rinfrescante
  • migliora la circolazione
  • contro la fragilità capillare
  • protegge il colon
  • ideale per i diabetici (basso tenore zuccherino)
  • apporta acido folico (indicata per le donne in gravidanza)
  • diuretica
  • dietetica

Le proprietà terapeutiche della barbabietola

In virtù dei numerosi benefici sopraesposti, non stupisce che la rapa venga utilizzata in moltissime preparazioni in ambito erboristico-fitoterapico.

Gli anemici la scelgono per recuperare ferro, gli obesi per dimagrire, chi ha la cellulite per depurarsi, i diabetici perché è povera di zucchero e così via.

Tra le altre proprietà attribuite alla rapa rossa, si ricordano quelle antisettiche, nutrienti e ricostituenti; per questi motivi, il consumo di rape risulta particolarmente benefico negli stati influenzali.

Le proprietà digestive

Oltre a tutti i benefici esposti ce n’è uno che merita menzioni particolari. La rapa, infatti, è la miglior amica della digestione.

Questo perché stimola la produzione di succhi gastrici: a rigor di ciò, è sconsigliata per chi soffre di acidità di stomaco ma anche di malattia da reflusso gastroesofageo.

Un pasto a base di rapa è consigliabile per depurarsi dopo una grande abbuffata.

Buona da mangiare ma anche per recuperare la propria bellezza.

Nella cosmesi, le rape rosse sono utilizzate sia per estrarre il pigmento rosso, sia per preparare creme ad azione capillarotropa ed antiarrossante.

Secondo i nutrizionisti, insomma, la rapa rossa è un alimento altamente consigliabile. Chi la assume abitualmente si mantiene in forma e fa il pieno di vitamine e sali minerali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *